Strumenti personali

Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Il sito Lilly Italia e Daiichi-Sankyo dedicato alla Sindrome Coronarica Acuta

La classificazione della Sindrome Coronarica Acuta

Si trova qui: Portale : Sindrome Coronarica Acuta : Classificazione

 

 

Elettrocardiogramma

La sindrome coronarica acuta, secondo i criteri clinici, elettrocardiografici e dei markers cardiaci ematologici viene classificata in tre manifestazioni cliniche diverse come prognosi e approccio terapeutico 1:

  1. infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST: si tratta dell’infarto più grave, dovuto all’occlusione completa e stabile del vaso coronarico. E’ seguito dalla caratteristica elevazione degli indici di necrosi miocardica e dalle caratteristiche alterazioni elettrocardiografiche 2.
  2. infarto miocardico senza sopraslivellamento del tratto ST: è l’infarto meno pericoloso, dovuto ad un’occlusione incompleta o temporanea del vaso coronarico. In questo caso il livello degli indici di necrosi miocardica è superiore alla norma, ma manca il caratteristico quadro elettrocardiografico dell’infarto 2.
  3. angina instabile: in questo quadro clinico rientrano varie tipologie di angina: a riposo, ad esordio recente e in crescendo, tutti sintomi che possono precedere l’infarto miocardico. In questa manifestazione della sindrome coronarica acuta tutti i markers biochimici, in presenza o meno di variazioni nell'elettrocardiogramma, sono normali 3.

 

Bibliografia:

1) Anderson JL, Adams CD, Antman EM, et al. ACC/AHA 2007 guidelines for the management of patients with unstable angina/non– ST-elevation myocardial infarction— executive summary: a report of the American College of Cardiology/American Heart Association Task Force on Practice Guidelines (Writing Committee to Revise the 2002 Guidelines for the Management of Patients With Unstable Angina/Non–ST-Elevation Myocardial Infarction). J Am Coll Cardiol 2007;50:652–726.

2) Antman EM, Braunwald E. Infarto del Miocardio Acuto. Cap 35; 1166-1286 in Zipes DP. Libby P, Bonow RO, Braunwald E. Malattie del cuore di Braunwald. Trattato di medicina cardiovascolare. 6° Edizione italiana a cura di Filippo Crea.

3) Schweiger C. Cardiopatia Ischemica. Cap 7; 151-181 in Rugarli C. Medicina Interna Sistematica. 4° edizione.

ITCRD00004